Fabiano Pratesi, l’interprete dei dati. Scopriamo il team Analytics Intelligence

​Leggi l'intervista al team leader dell'area Analytics Intelligence di Adiacent.

​​​​​Tutto produce dati. I comportamenti d’acquisto, il tempo in cui rimaniamo davanti a un’immagine o un’altra, il percorso che abbiamo fatto all’interno di un negozio. Anche i nostri gesti più semplici e inconsapevoli possono essere tradotti in dati.

E come sono fatti questi dati? Non li vediamo, sembrano qualcosa di leggero e impalpabile ma hanno il loro peso. Ci offrono infatti degli elementi concreti e misurabili da poter analizzare per capire se siamo sulla strada giusta. Ci indicano la direzione, a patto di saperli leggere naturalmente. Ecco perché è importante raccoglierli e immagazzinarli, ma occorre soprattutto interpretarli.

I dati sono consapevolezza ed essere consapevoli è il primo passo per agire sui processi e mettere in atto dei cambiamenti in grado di portarci al successo.

 

Fabiano Pratesi è a capo del team specializzato in Analytics Intelligence di Adiacent che ogni giorno traduce dati per restituire alle aziende quella consapevolezza capace di generare profitto. Fabiano si muove con scioltezza in quella che a molti potrebbe sembrare una vera e propria babele di dati. Ha dalla sua la sicurezza tipica di chi conosce il linguaggio e sa decifrare, come un interprete, tutti gli output che arrivano dal mondo. Come riesce a tradurli e far sì che ci restituiscano un senso? Il vocabolario di Fabiano si chiama Foreteller, la piattaforma sviluppata da Adiacent che integra al suo interno tutti i dati di un’azienda. ​

Scopri l’intervista completa​