Confartigianato Imprese Parma:Confartigianato Parma e la sfida del digitale a misura di PMI

​​​​Il supporto alle piccole e medie imprese, sempre più impegnate in mercati competitivi e internazionali, passa anche dalla capacità di fornire servizi sempre più digitalizzati e puntuali. Per questo motivo una realtà come Confartigianato Parma, realtà associativa con circa 100 dipendenti e 14 sedi,  ha deciso di fare un salto di qualità per la propria piattaforma tecnologica, grazie al supporto di Var Group e di una multinazionale come Hewlett Packard Enterprise.

Come racconta Morgan Abbiento, responsabile centro elaborazione dati di Confartigianato Parma, “Confartigianato nasce nel 1948 per poter dare rappresentanza ad artigiani sul territorio. Da quel momento in poi è evoluta, fornendo servizi sempre più complessi, nell’ambito dell’ambiente, della sicurezza, fiscale, tributario, che sono comunque complessi se forniti in maniera tradizionale, mentre diventano snelli, funzionali e puntuali quando vengono dati con il digitale. Il digitale per Confartigianato è dunque diventato essenziale e di anno in anno svolge un compito sempre più importante”. A un certo punto, però, è stato chiaro che l’infrastruttura IT associativa, ormai abbastanza datata, aveva bisogno di un profondo rinnovamento tecnologico: “Al di là del fattore età, ci siamo resi conto che i tempi di attesa erano diventati abbastanza lunghi, facendo un conto molto banale del tempo impiegato dai nostri collaboratori, con momenti di fermo che avevano iniziato a essere pesanti. Questo cambio di sistema ci ha permesso di diminuire questi tempi, dunque il nostro staff è diventato più produttivo, ora non abbiamo bisogno di attendere per vedere dei risultati come succedeva prima”.

Il progetto è stato curato da Var IT, sussidiaria di Var Group, che ha individuato nelle soluzioni di Hewlett Packard Enterprise la migliore soluzione tecnica da adottare per le esigenze di Confartigianato Parma: “I nostri vecchi sistemi erano di un’altra marca ma poi siamo passati a HPE e siamo andati su una soluzione che, al di là della notorietà del marchio, era molto più avanti rispetto ad altri competitor. Grazie a questo cambio riusciamo a dare ai nostri associati dei servizi migliori e ne stiamo pianificando ulteriori per il futuro. Siamo ancora in una fase di analisi, stiamo cercando degli strumenti con cui dotarci delle possibilità dal punto di vista software, ma serviva anche dell’hardware che fosse in grado di supportarli. Non solo per l’oggi ma anche per gli anni a venire e, da questo punto di vista, HPE ci ha dato una soluzione”. Più in prospettiva, l’obiettivo di Confartigianato Parma è fornire ai propri associati una maggiore coscienza sull’importanza dei propri dati: “Oggi non si può più lavorare escludendo quello che succede all’esterno, bisogna per forza integrarsi nel digitale e nel lavoro di altre persone. Con questo nuovo sistema informatico speriamo di andare in questa direzione. Con una buona programmazione dal punto di vista della gestione e una buona analisi, fatta con un partner di fiducia come Var Group e un buon supporto, ma anche con un prodotto come HPE che ha una capacità computazionale notevole, si possono fare molto delle cose che si aveva in mente di realizzare”.