Var Group & WOWnature

Il nostro contriibuto per un futuro più verde e pulito! 

​Var Group in collaborazione con WOWnature sostiene il progetto di riforestazione sociale in Burkina Faso permettendo alle comunità rurali, attraverso un processo di empowement femminile, di raggiungere l’autosufficienza alimentare, creando anche un mercato per i prodotti derivanti dal baobab. Il progetto in Burkina Faso, oltre a combattere la desertificazione contribuisce​ anche alla formazione delle donne burkinabé rispetto alla cura e alla lavorazione dei frutti di questi alberi in prodotti finiti, ad uso sia alimentare che cosmetico. 

Con l’obiettivo di dare vita a un processo di empowerment femminile capace di supportare la comunità locale per renderla autosufficiente stiamo lavorando a un progetto di riforestazione sociale che ti permette di adottare delle specie fondamentali per la sussistenza dei villaggi. Il Baobab, il Karité, la Moringa, il Neré sono tutte specie che, oltre a lottare contro la desertificazione, contribuiscono alla formazione delle donne burkinabé rispetto alla cura e alla lavorazione dei frutti di questi alberi in prodotti finiti, a uso sia alimentare che cosmetico.

Abbiamo deciso di aderire al progetto di riforestazione in Burkina Faso con WOWnature perché, nel nostro campo, puntiamo da sempre ad equilibri sostenibili. Vogliamo infatti condividere iniziative e progetti che puntino a riequilibrare gli ecosistemi, condizione imprescindibile per contrastare la crisi climatica e mitigare gli effetti dell’inquinamento. Solamente così possiamo concretizzare il nostro impegno verso l’ambiente che vediamo in un continuum inscindibile con la tecnologia e il benessere delle persone.

Tutto il network Var Group ha ricevuto una cartolina come simbolo di ogni albero – uno dei 3000 che abbiamo adottato – come il numero delle risorse.Abbiamo sposato il progetto di Wownature che ci permetterà di piantare 3000 baobab in BurkinaFasu e, nello stesso tempo, di aiutare le donne del territorio a trovare un lavoro. Abbiamo scelto questa pianta perché ha tantissimi utilizzi e, oltre a realizzare un importante progetto di riforestazione, tutti i prodotti vengono raccolti dalle donne del territorio creando un vero e proprio mercato che permette di raggiungere l’autosufficienza alimentare.