Ricavi consolidati nell’esercizio al 30 Aprile 2020 di EU 1,775 Miliardi (+14,4% YoY), con una crescita del 6,5% nel quarto quarter dell’ esercizio rafforzamento del piano di welfare a favore delle risorse umane

05 Giugno 2020

IL TOTALE DIPENDENTI SUPERA LA SOGLIA DI 2.500 RISORSE AL 30 APRILE 2020 IN CRESCITA RISPETTO A 1.900 AL 30 APRILE 2019

Empoli, 5 giugno 2020. Sesa S.p.A., operatore di riferimento in Italia nel settore delle soluzioni e servizi di Information Technology (“IT”) per il segmento business, ha chiuso l’esercizio al 30 aprile 2020 con ricavi ed altri proventi consolidati di circa Euro 1.775 milioni (dati preliminari, i risultati definitivi saranno approvati dal Consiglio di Amministrazione di Sesa del prossimo 14 luglio), in crescita del 14,4% rispetto ad Euro 1.551 milioni al 30 aprile 2019. In particolare, nel Quarto Quarter dell’anno fiscale 2020 (trimestre dal 1 febbraio al 30 aprile 2020) il Gruppo Sesa ha conseguito ricavi ed altri proventi per circa Euro 430 milioni, in crescita di circa il 6,5% rispetto al Quarto Quarter al 30 aprile 2019.

Il Gruppo Sesa si è adoperato per mitigare l’impatto della crisi Covid-19 sulla propria operatività, mantenendo la continuità dei propri servizi durante il lockdown e con massima attenzione alla tutela della salute dei lavoratori, priorità essenziale in tutte le decisioni assunte durante tale periodo. Nonostante l’impatto dell’emergenza Covid-19 si conferma la capacità di crescita continua e sostenibile del Gruppo Sesa, alimentata dallo sviluppo delle competenze e della dimensione del capitale umano.

Le risorse umane al 30 aprile 2020 hanno superato la soglia dei 2.500 dipendenti (inquadrati per il 99% a tempo indeterminato), in crescita rispetto a 1.900 risorse al 30 aprile 2019, di cui 100 occupate in società attive all’estero, in maggioranza in Germania. Nell’esercizio sono state inserite oltre 200 risorse, in prevalenza giovani provenienti da università e scuole di formazione, tramite percorsi di education nelle aree più innovative dell’Information Technology, mediante tirocini ed apprendistato (oltre 50 tirocinanti e 215 apprendisti al 30 aprile 2020). Il capitale umano al 30 aprile 2020 ha beneficiato della dinamica attività di M&A, focalizzata sull’integrazione industriale di aziende dotate di competenze tecniche e specializzazione, consentendo di arricchire di 400 nuove risorse l’organico, di cui 300 nel settore Business Services recentemente integrato nel perimetro di Gruppo

Il Gruppo Sesa, anche alla luce della situazione di emergenza sanitaria, ha deciso di rafforzare ulteriormente rispetto al passato il piano di welfare per l’anno 2020, a beneficio della qualità della vita lavorativa e del benessere delle risorse umane in una fase di particolare criticità come quella attuale, mediante un articolato insieme di iniziative a favore dei lavoratori.

  • Borse di studio per rimborso delle spese di acquisto di libri scolastici dei figli dei lavoratori;
  • Contributi spese di baby sitting e centri estivi, aumentati ulteriormente a seguito dell’emergenza Covid-19 a supporto del work-life balance dei lavoratori;
  • Buono per acquisto di strumenti informatici a supporto della didattica a distanza dei figli dei lavoratori;
  • Contributi asilo nido per figli dei lavoratori (presso la sede di Empoli accesso all’asilo nido aziendale);
  • Flexible benefits ad integrazione della spesa dei lavoratori fruibili in modo flessibile (spesa alimentare,
  • sport, benessere, cultura) attraverso la piattaforma di welfare digitale del gruppo;
  • Borse di studio per la partecipazione a corsi di laurea o master universitari part time dei lavoratori;
  • Supporto alla mobilità sostenibile dei lavoratori: rimborso spese di mezzi di trasporto pubblico;
  • Sostegno alla mobilità abitativa delle risorse under 35: contributo per i lavoratori che trasferiscono la propria residenza fuori dal nucleo familiare di origine; 
  • Assicurazione sanitaria per il rischio Covid-19 a beneficio di tutti i lavoratori per l’intero anno 2020;
  • Programmi di work-life balance e solidarietà quali permessi e ferie solidali.

Il piano di welfare di Gruppo è fruibile mediante una piattaforma digitale che consente ai lavoratori la selezione di provvidenze e servizi, con un menu di scelta ulteriormente ampliato rispetto al 2019.

A supporto della sostenibilità del piano di welfare i manager apicali del Gruppo Sesa hanno deciso di rinunciare a parte rilevante dei compensi variabili maturati nel primo semestre 2020, nella consapevolezza che l’attuale situazione di emergenza Covid-19 richiede ancora maggiore attenzione al tema della responsabilità sociale. Il piano di welfare 2020 è inoltre sostenuto da Fondazione Sesa, organizzazione no profit orientata ad attività di solidarietà sociale sul territorio, attiva negli ultimi mesi con varie iniziative a supporto di ospedali ed organizzazioni coinvolte nella gestione dell’emergenza Covid-19.

“Ringrazio vivamente le nostre risorse umane per lo sforzo straordinario compiuto durante questa fase di criticità. Le iniziative di promozione dell’equilibrio tra lavoro e vita privata, privilegiando l’attenzione verso le persone e la comunità sociale sono i valori fondamentali per lo sviluppo continuo e sostenibile del Gruppo. Il nostro obiettivo resta quello di rendere il Gruppo Sesa un luogo ideale dove lavorare”, ha commentato Paolo Castellacci, Presidente e fondatore di Sesa.

“Rafforziamo gli investimenti in competenze e capitale umano, con una forte crescita della dimensione e qualità delle nostre risorse, grazie a programmi di selezione, sviluppo e formazione integrati con acquisizioni mirate di aziende specializzate, a supporto dell’innovazione tecnologica. Il programma di sviluppo del capitale umano è stato ulteriormente accelerato nell’attuale fase di emergenza, per consentire al Gruppo di evolvere e supportare i principali trend della trasformazione digitale, fondamentali in questa fase di uscita dalla pandemia”, ha affermato Giovanni Moriani, Vice Presidente Esecutivo di Sesa.

“L’attuale emergenza richiede un rafforzamento ulteriore del ruolo di responsabilità sociale dell’impresa, con crescente attenzione al capitale umano ed alla comunità. La convergenza di modelli di organizzazione ibridi ed innovativi con le tecnologie digitali assieme ad una crescente assunzione di responsabilità sociale sono le migliori leve per rispondere ed uscire dallo stato di crisi globale. Il piano di welfare 2020 va in questa direzione, arricchito di nuove iniziative orientate a supportare le nostre risorse umane, con attenzione ulteriore a responsabilità sociale e sostenibilità”, ha dichiarato Alessandro Fabbroni, Amministratore Delegato di Sesa.