AGB:AGB racconta la trasformazione digitale come fattore abilitante per la produzione e le persone



AGB, azienda da più di 70 anni specializzata in sistemi di ferramenta per porte e finestre, rappresenta un’eccellenza del Made in Italy con oltre 4 stabilimenti produttivi in Italia e 4 filiali estere.

I propri prodotti, estremamente tecnici e di non facile implementazione da parte dell’utente finale, hanno portato l’azienda a implementare un progetto di industria 4.0 scegliendo Var Group come partner per l’innovazione tecnologica.

Attraverso l’aggiornamento delle piattaforme CAD, PLM e d​ella supply chain del prodotto, l’azienda è passata dalla progettazione 2D a quella 3D permettendo all’ufficio tecnico di testare elementi complessi nella loro configurabilità, correggendone eventuali errori già nella fase di assemblaggio. I modelli 3D utilizzati e collegati a un software CAM, riducono le criticità di progettazione presenti nei disegni e velocizzano i tempi di produzione. La gestione del ciclo del prodotto attraverso PLM elimina le informazioni cartacee digitalizzando tutti i dati: informazioni e correzioni dei disegni vengono istantaneamente raccolti e comunicati agli uffici.

L’aumento di efficienza e produttività rappresenta però solo una spinta ulteriore e un punto di partenza.

AGB infatti, rendendo semiautomatiche alcune macchine, ha esteso la produttività in orari notturni e nei week-end senza necessità di presidio. Una vera chiave di svolta anche per l’abilitazione dell’apporto umano abbattendo i luoghi comuni: maggior valore infatti è riposto nel dipendente che da semplice operatore diventa supervisore di un sistema automatico.

Progetti futuri vedono estendere la digitalizzazione nel settore residenziale con la realizzazione di serrature elettroniche centralizzate nel cloud e l’utilizzo di smartphone come chiavi intelligenti per l’accesso a casa​.